musicainscena2018.jpg
Image

Mercoledì 14 febbraio 2018 ore 21
Teatro Faraggiana

Enrico Rava con il
Claudio “Wally” Allifranchini quartet

Enrico Rava tromba e flicorno
Claudio Allifranchini sax
Sandro Gibellini chitarra
Marco Micheli contrabbasso
Nicola Stranieri batteria

Jazz standards

Image

Lunedì 26 febbraio 2018 ore 21
Auditorium della Scuola di Musica Dedalo

Ramberto Ciammarughi piano solo

NOTE PER LA SOLIDARIETA'
Concerto a favore delle scuole di musica dei paesi terremotati

Image

Mercoledì 21 marzo 2018
Teatro Faraggiana

Antonio Zambrini  "Un pianoforte per il cinema degli anni venti"

Antonio Zambrini pianoforte
ore 10.30, concerto per le scuole
Sonorizzazione dal vivo del film muto “Il Monello" di C. Chaplin (1921)
ore 21
Sonorizzazione dal vivo del film muto “The General” di Buster Keaton (1926)

Image

Venerdì 13 aprile 2018 ore 21
Auditorium della Scuola di Musica Dedalo

Miti, Fiabe e Riti
Suggestioni arcaiche agli albori della musica moderna

Antonella Moretti e Mauro Ravelli
pianoforte a quattro mani
Musiche di Debussy, Ravel, Stravinskij

Image

Venerdì 27 aprile 2018 ore 21
Teatro Faraggiana

Il preludio alla modernità nell’ “Après midi d’un faune”
Claude Debussy nel centesimo anniversario

ACЯHOME ENSEMBLE
Marcello Parolini direttore
Musiche di Debussy, Schonberg, Ravel

Image

Venerdì 4 maggio ore 21
Teatro Faraggiana

Il mondo di Mahler tra Lied e Sinfonia

Ensemble Progetto Pierrot
Federica Napoletani soprano
Alessandro Maria Carnelli direttore

Musiche di Mahler, Schubert, Johann Strauss sr, Brahms, Berg

Image

In collaborazione con Associazione Audior

Martedì 8 maggio 2018 ore 21
Mercoledì 9 maggio 2018 ore 10,30 ingresso libero
Teatro Faraggiana

Paesaggi sonori

Concerti al buio con l'Acusmonium AUDIOR
A cura di Eraldo Bocca e Dante Tanzi
Associazione AUDIOR

Image

Sabato 19 maggio 2018 ore 21
Auditorium Scuola di Musica Dedalo

Quartetto Perosi

Matteo Ruffo, violino
Elisa Schack, violino
Angelo Conversa, viola
Alessandro Copia, violoncello

Musiche di Kurtag, Smetana e Beethoven

BIGLIETTI

CONCERTI AL TEATRO FARAGGIANA
Intero Euro 12,00 | Ridotto Euro 10,00
Concerto/sonorizzazione film 21 Marzo ore 21 e
Concerto 8 Maggio ore 21:
Intero Euro 8,00 | Ridotto Euro 6,00

CONCERTI ALLA SCUOLA DI MUSICA DEDALO
Intero Euro 8,00 | Ridotto Euro 6,00

RIDUZIONE ALLIEVI SCUOLA DI MUSICA DEDALO E ASSOCIATI "AMICI DELLA DEDALO"
Biglietto ridotto per tutti i concerti della Rassegna

RIDOTTO SENIOR
Riduzione riservata agli ultrasessantenni muniti di un documento valido

RIDOTTO GIOVANI
Riduzione riservata ai giovani fino a 26 anni muniti di un documento valido

BIGLIETTERIA ONLINEwww.teatrofaraggiana.it

MUSICA IN SCENA 2018

La seconda edizione di Musica in Scena, quale rassegna di concerti per il Teatro Faraggiana curata dalla Scuola di Musica Dedalo e sostenuta da “Note e Sipari” di Fondazione CRT, conferma per il 2018 la propria mission: creare nuovo pubblico attorno ad un approccio culturale del fare e vivere la musica anche mettendo in luce e valorizzando le eccellenze presenti sul territorio. Con un’importante novità, ossia la nascita di una seconda sala della Fondazione Faraggiana presso l’Auditorium della nuova sede della Scuola di Musica Dedalo in Via Maestra 9. Nell’Auditorium, che vuole diventare vero e proprio centro di formazione culturale, si terranno non solo alcuni concerti della rassegna, ma anche eventi collaterali (conferenze, lezioni concerto, incontri con gli artisti) tesi a stimolare un pubblico sempre più consapevole e motivato, spaziando nei generi più diversi dell’esperienza musicale.
 

Saranno alcuni tra i nomi più importanti del panorama jazzistico internazionale ad aprire la stagione: il grande trombettista Enrico Rava, amato in tutto il mondo, che con il Quartetto di Claudio “Wally” Allifranchini (Claudio Allifranchini sax, Sandro Gibellini chitarra, Marco Micheli contrabbasso e Nicola Stranieri batteria) propone un godibilissima serata di standard jazz nel concerto inaugurale di mercoledì 14 febbraio alle 21 al Teatro Faraggiana.

Seguirà il pianista Ramberto Ciammarughi che lunedì 26 febbraio alle 21 all’Auditorium di Via Maestra 9 eseguirà proprie composizioni in un concerto di solidarietà interamente dedicato alle scuole di musica danneggiate dal terremoto della sua Umbria. Acclamato pianista, compositore e arrangiatore nonché collaboratore di grandi nomi della musica Italiana e internazionale è attivo anche quale apprezzato didatta a Novara (Dedalo) e Ossola (Filarmonica di Villadossola).

L’attenzione di Musica in Scena per la relazione tra suono e immagine si esprime con la particolarissima esibizione del pianista jazz milanese Antonio Zambrini, che in una doppia performance mercoledì 21 marzo al Teatro Faraggiana improvviserà dal vivo sulla proiezione di fim muti nello spettacolo Un pianoforte per il cinema degli Anni Venti. Collaboratore storico della Cineteca Italiana di Milano Zambrini è ormai specialista del live soundtrack: con il suo pianoforte segue lo sviluppo drammatico narrativo della pellicola, attraverso la realizzazione di improvvisazioni funzionali all'immagine, come una colonna sonora ogni volta diversa. Nel primo appuntamento, previsto alle 10.30 (concerto per le scuole aperto al pubblico con ingresso gratuito) la pellicola che “sonorizza“ è il celebre “Il Monello” di Chaplin; la sera alle 21 “The General” di Buster Keaton.

Ampio spazio viene riservato alla musica classica del Novecento, con brani raramente eseguiti nella nostra città. Si comincia venerdì 13 aprile alle 21 (Auditorium Dedalo) con il duo pianistico formato da Antonella Moretti e Mauro Ravelli che proporrà, nel concerto intitolato Miti, fiabe e riti un programma per pianoforte a 4 mani dedicato a Ravel, Strawinskyi e Debussy. Occasione non solo per rendere omaggio a Claude Debussy nel centenario della scomparsa e per apprezzare il magico Ma mère l’Oye, ma anche per conoscere l’originale trascrizione a 4 mani di uno dei capolavori del Novecento: il Sacre du Printemps.

Seguono due concerti di giovani ed originali ensemble: venerdì 27 aprile alle 21 al Teatro Faraggiana

l’ ACHЯOME Ensemble diretto da Marcello Parolini propone un concerto intitolato Il preludio alla modernità nell’ Après midi d’un faune. Un ensemble di nove strumentisti (Antonella Bini flauto,

Francesca Alleva oboe, Marco Sorge clarinetto,Yoko Morimyo e Laura Bertolino violini, Claudia Brancaccio viola, Emanuele Rigamonti violoncello, Alessio Depaoli contrabbasso, Gabriele Rota pianoforte, Federica Mancini, arpa) esegue il Settimino di Ravel, la Kammersymphonie op.9 di Arnold Schoenberg e il celebre Prelude à l’après midi d’un faune di Claude Debussy, uno dei brani orchestrali più amati del Novecento, qui proposto in una trascrizione per piccolo ensemble.

Venerdì 4 maggio, sempre al Faraggiana, tornerà l’ Ensemble Progetto Pierrot, che lo scorso anno aveva proposto una “prima” esecuzione novarese del Pierrot Lunaire di Schoenberg, e i cui giovanissimi componenti (Marco Rainelli flauto, Simone Margaroli clarinetto, Stefano Raccagni violino, Lorenzo Lombardo viola, Lucia Molinari violoncello, Gaston Polle Ansaldi pianoforte) provengono in gran parte dal Conservatorio di Novara.In questa occasione, diretti dal giovane ma già affermato Alessandro Maria Carnelli e con la voce del soprano Francesca Napoletani, presentano un programma di trascrizioni di Lieder di Mahler da “Il corno magico del fanciullo” e Lieder e danze di Franz Schubert, Johann Strauß padre, Johannes Brahms, Alban Berg.

Spazio anche alla musica elettronica a cura dell’Associazione Audior di Dante Tanzi, che propone mercoledì 9 maggio al Teatro Faraggiana una particolare serata dal titolo Paesaggi sonori - concerti al buio con l’acusmonium AUDIOR, momento di riflessione sul paesaggio sonoro e sulle ‘impronte’ sonore della società contemporanea. Audior propone l’ascolto immersivo di composizioni musicali elettroacustiche create a partire da registrazioni di suoni di ambienti naturali e di ambienti urbani (Soundscape compositions). In una situazione di quasi completa oscurità, il pubblico potrà seguire i movimenti dei suoni spazializzati dall’acusmonium, un’orchestra di altoparlanti in grado di sprigionare imponenti masse sonore e di riproporre con precisione i dettagli e la ricchezza timbrica di ogni singolo suono.

Il concerto vuole anche essere l'occasione per sollecitare la realizzazione di Ritratti Sonori di luoghi-simbolo di Novara e del suo territorio: strade, natura, edifici storici, luoghi di lavoro e di incontro abituali, suoni legati ad attività che sono destinate a scomparire … Ogni luogo possiede delle proprietà risonanti e ogni suono, oggi, è suscettibile di entrare a far parte del dominio della musica.

L’ultimo concerto della rassegna Musica in Scena 2018 è dedicato, come già nella precedente edizione, ad un giovane quartetto d’archi. Sabato 19 maggio alle ore 21 all’Auditorium Dedalo si esibirà il Quartetto Perosi (Matteo Ruffo e Elisa Schack violini, Angelo Conversa viola, Alessandro Copia violoncello) il cui poliedrico primo violino, il giovane novarese Matteo Ruffo, è componente stabile dell’Orchestra Sinfonica Nazionale Rai ma anche compositore emergente: il suo Persicos Odi è stato recentemente commissionato ed eseguito in prima assoluta dall’ Orchestra Filarmonica di Torino. I quattro giovani musicisti si cimentano con pagine di Smetana, Beethoven e del compositore ungherese György Kurtág.

La rassegna, che vede fra gli altri la partecipazione sul palco di diversi docenti della Scuola di Musica Dedalo, si conferma un’occasione per conoscere e capire la grande Musica. Ogni concerto sarà infatti introdotto, presentato e guidato. Informazioni e dettagli sul sito del Teatro Faraggiana e su quello della Scuola di Musica Dedalo.

Image
Image
Image
Image