Claudio "Wally" Allifranchini

wallyClaudio ‘Wally’ Allifranchini, nato a Romagnano Sesia nel 1957, appartiene ad una lunga generazione di strumentisti, che si snoda attraverso il nonno, il padre, il cugino suo primo maestro per arrivare sino a lui.
Personalità eclettica di musicista autodidatta, rivolge la sua attenzione al mondo musicale celebrandone i molteplici aspetti filtrati dalla sua estrema sensibilità di interprete che crede nell'arte in senso lato e di uomo che realizza un suo impulso interiore in musica, istintivamente. L'Inghilterra prima e l'America Centrale poi, appaiono determinanti negli anni della sua formazione, per il significativo bagaglio di esperienze accumulato che gli sarà prezioso in futuro, soprattutto quando inizierà a lavorare con la Big Band di Attilio Donadio a Milano, nella quale conoscerà artisti del calibro di Mal Waldron e Jimmy Owens.
E' in questo periodo che si occupa più specificatamente dello studio della composizione, che approfondisce sotto la guida del maestro O. Camillucci. Intorno ai vent'anni, inizia la sua collaborazione con Giorgio Gaslini, che lo vorrà al suo fianco come solista nella Solar Big Band ed in numerose altre formazioni con le quali parteciperà ai più celebri Festival jazz italiani ed esteri (Beirut, Hamman, Zagabria, Budapest).
Contemporaneamente, in qualità di sessionman, suona in gruppi molto noti ed è destinato a vivere eventi musicali tra i più significativi e rilevanti a livello nazionale ed internazionale. Sarà 1° alto/flauto dell'orchestra del Festival di Sanremo in numerose edizioni, mentre sempre più spesso verrà invitato a far parte di cast musicali importantissimi, protagonista al fianco di Ray Charles, Dee Dee Bridge-Water, Randy Crawford, Mina, Milva, Aida Cooper, Franco Battiato, Enrico Ruggeri, Sergio Caputo, Scialpi e non ultimo Frank Sinatra Jr. con la Big Band di Buddy Childers e Carl Fontana.
Con questi artisti condividerà tournees europee, facendo altresì parte delle loro produzioni discografiche.
Le apparizioni televisive che lo vedono impegnato come polistrumentista sono molteplici e di larga diffusione: Pop Corn, Domenica con Five, Viva le donne, (anche su emittenti francesi), Una Rotonda sul Mare, Sapore di Sale, OK il Prezzo è Giusto, Mezzogiorno e .... (in cui è membro aggiunto dell'orchestra RAI di Milano), Mezzogiorno Italiano, D.O.C. e tutte le edizioni di C’era una volta il Festival, Festival Italiano, Viva Napoli, Buona Domenica, 30 ore per la Vita AISM.
Sempre teso ad ampliare le proprie conoscenze in ambito musicale ed umano, non disdegna alcun genere musicale ed arricchisce il suo curriculum con brillanti performances a carattere teatrale.
In quest’ottica ha lavorato in orchestra accompagnando le piece di Giorgio Albertazzi, Walter Chiari e con Johnny Dorelli ("Ma per fortuna c'è la Musica",ed 1993/94 e 1994/95).
Come membro della Jazz Class Orchestra, con la quale collabora per molti anni, ha l'opportunità di prodursi in musicals e opere di Count Basie (The Big Band Era), Bertold Brecht (Opera da tre soldi), Leonard Bernstein (Mass), George Gershwin (Porgy and Bess), Duke Ellington (Such Sweet Thunder) e di suonare accanto ad artisti come Ennio Morricone, Phil Woods, Bob Mintzer, Giorgio Gaslini, Gianni Basso, Bruno Tommaso, Ronnie Cuber, Barney Kessel, Lee Konitz ed altri. Ideatore del gruppo KALLIOPE del quale é stato membro solista, si completa e si definisce nella sua figura di artista poliedrico come compositore ed arrangiatore.
Oltre a scrivere per le formazioni con le quali collabora stabilmente, enumera al suo attivo brani originali per la Big Band dei Pomeriggi Musicali di Milano ed un CD che porta il suo soprannome di sempre "Wally".
Image